Pratiche catastali

 

 COS’È UNA VARIAZIONE CATASTALE?

La Variazione Catastale è un documento ufficiale a firma di un professionista col quale si comunica all'Agenzia del Territorio l'avvenuto cambiamento dello stato di un immobile. I cambiamenti più frequenti sono richiesti a seguito di modifica degli spazi interni o per una esatta rappresentazione grafica di un immobile; altre cause per richiedere una variazione catastale sono: la correzione di errori catastali e/o la variazione di destinazione d'uso dell'immobile. Il nostro servizio include: sopralluogo, verifiche dimensionali, disegno informatico in CAD e presentazione DOCFA.

 COS’È E QUANDO SERVE UNA VARIAZIONE CATASTALE?

In generale, quando lo stato dei fatti di un immobile sia diverso rispetto alla sua rappresentazione catastale, ad esempio dopo una ristrutturazione con opere murarie. In tale caso, la normativa vigente prevede l'obbligo di ri-accatastare l'immobile entro 30 giorni dalla fine dei lavori (art. 6 DPR 380-2001). Per le abitazioni esistenti è utile per aggiornare le planimetrie originali disegnate a mano o correggere errori formali nel rilievo dell ‘immobile.

Dal 1 luglio 2010 con D.L. 78/2010 è obbligatorio, pena nullità dell’ atto, che le planimetrie e tutti i dati catastali, siano conformi allo stato di fatto dell’ immobile oggetti di compravendita.

 COS’È LA CONFORMITÀ CATASTALE?

Il D.L 78/10 ha introdotto l'obbligo di dichiarare la conformità catastale dell'appartamento in ogni atto di compravendita.
Questo significa che prima dell'atto il notaio deve accertare che lo stato attuale dell'immobile o dell'appartamento corrisponda allo stato dichiarato al Catasto, sia per quanto riguarda i dati sia per quanto riguarda la planimetria catastale.

 COS’È UN NUOVO ACCATASTAMENTO?

L’ accatastamento serve ad attribuire all’ immobile nuovo o modificato i nuovi eventuali dati indentificativi ( foglio, particella, sub) e la rendita dell’ unità immobiliare. E’ un documento richiesto ogni qualvolta siano state realizzate ristrutturazioni, sopraelevazioni, ampliamenti, restauri, cambi di destinazione d’ uso, frazionamento. 

Correzione errori catastali
La correzione della documentazione catastale permette di correggere errori ortografici, presenti nella visura. L’ errore può riguardare:
• la persona a cui è intestato l’ immobile
• errori sui dati dell’ immobile : indirizzo, ubicazione o evidenti inesattenzze nel numero dei vani
La correzione può anche interessare l’ elaborato grafico dovuto ad inesattezze grafiche.

 

 CHE COS’ È UNA VOLTURA CATASTALE E QUANDO È NECESSARIA?

 

La voltura catastale permette di registrare presso gli uffici catastali dell’ Agenzia del Territorio l’ avvenuto trasferimento di proprietà di un immobile , a seguito di atti di compravendita, donazioni ,decreto giudiziario.
E’ necessario presentare la domanda di voltura catastale entro 30 gg dal trasferimento diproprietà, o di altri diritti su terreni e fabbricati.

 FRAZIONAMENTO E ACCORPAMENTO

in caso di unione di più U.I. ( unità immobiliari) o frazionamento di una U.I. in più unità abitative è fatto obbligo di presentare la nuova situazione in catasto.